Alzheimer

DEMENZE E ALZHEIMER

pdf-icon

Demenze e Alzheimer

 

DEFINIZIONE DI DEMENZA

(de – mens= fuori di mente)

E’ una sindrome caratterizzata dalla presenza di un deficit della memoria,
associato a disturbi di altre aree cognitive, che causa una significativa riduzione
delle capacità di svolgere le comuni attività di vita quotidiana. (DSM – IV).

 DEMENZE PROGRESSIVE

1) Demenze primitive (degenerative)

Senza segni motori preminenti

  • M. di Alzheimer
  • Demenza fronto-temporale inclusa la demenza di Pick

Questo gruppo di demenze è caratterizzato dalla preminenza dei sintomi comportamentali, dei disturbi del linguaggio e dei disturbi affettivi a fronte di una relativa conservazione della memoria recente.

  • Demenza di Creutzfeldt – Jakob e altre malattie da prioni

Rischio di trasmissione in seguito ad esposizione a tessuti contaminati.

Con segni motori preminenti

  • Demenza con corpi di Lewy

Si può accompagnare sin dalle fasi iniziali a segni parkinsoniani.

  • di Parkinson

La demenza complica frequentemente il quadro della m. di Parkinson nelle fasi avanzate

  • Paralisi sopranucleare progressiva

La demenza complica nel 70-80% questa sindrome prevalentemente extrapiramidale in cui sono sin dall’inizio preminenti deficit dei movimenti coniugati oculari.

  • Degenerazione cortico – basale

Demenza con Parkinsonismo in cui è più evidente l’aprassia

  • di Huntington

Malattia ereditaria a carattere autosomico – dominante. Clinicamente sono evidenti i movimenti involontari (corea) e i sintomi psichiatrici. La demenza compare tardivamente

2) Demenze Secondarie

Demenze vascolari

  • multinfartuale risultante di infarti multipli e completi, generalmente nel territorio di distribuzione, corticale o sottocorticale, dei grossi vasi
  • da singoli infarti strategici in aree cerebrali funzionalmente importanti per le prestazioni cognitive
  • da coinvolgimento dei piccoli vasi: esito di lesioni ischemiche diffuse a carico dei vasi di piccolo calibro che irrorano la corteccia e le aree sottocorticali
  • di Binswanger
  • da ipoperfusione da danno ipossico acuto (arresto cardiaco, grave insufficienza cardiaca, shock, etc.)
  • da lesione emorragica: sequela di lesioni emorragiche

Demenze postraumatiche

  • dei pugili
  • da traumi cranici
  1. secondarie a infezioni (queste demenze sono potenzialmente tutte trattabili)
  • A.I.D.S.
  • Encefaliti erpetiche, micotiche, batteriche
  • Ascessi cerebrali
  • Lue (paralisi progressiva)

3) Demenze Reversibili

Idrocefalo normoteso (idrocefalo comunicante degli adulti)

Lesioni occupanti spazio

  • Ematoma subdurale cronico o acuto
  • Tumori cerebrali primitivi o metastatici

Patologie autoimmuni (LES, Vasculiti)

Demenze su base tossica

  • alcoolica
  • da metalli pesanti
  • da sostanze organiche (solventi, insetticidi)
  • da farmaci (sedativi, ausiolitici, anticolinergici, ipnotici, etc)

Demenze da disordini nutrizionali

  • da deficit di Vit. B1 (pellagra)
  • da deficit di Vit. B12
  • da deficit di folati

Demenze da patologie metaboliche (es. iper-ipotiroidismo)

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Modulo di Contatto

Compilare tutti i campi con i dati richiesti

Richiedente:*
Telefono o Cellulare:*
-
E-mail:*
Richiesta:*
Inserire il Codice di Controllo seguente: